L’ORTOTERAPIA: come stare meglio prendendosi cura della natura

http://glittersicilia.it/orto-partite-golf-domenica-in-famiglia-villa-airoldi/

http://glittersicilia.it/orto-partite-golf-domenica-in-famiglia-villa-airoldi/


In Italia sono migliaia le persone che hanno iniziato ad interessarsi all’Agricoltura e a coltivare un proprio orto, seppur in un semplice spazio abitativo come il terrazzo (Istat 2013).

I tempi che stiamo vivendo richiedono un riadattamento delle proprie abitudini, sia dal punto di vista salutistico che economico, per cui si è andato sempre più riscoprendo il gusto di coltivare direttamente da sé frutta e ortaggi da mettere poi sulla propria tavola.

Curare un orto, però, non è solo un’attività che può fa r risparmiare qualche soldo  e garantire cibo genuino, ma, soprattutto in determinati contesti, può diventare una vera e propria terapia per disturbi dell’umore, ansia e dipendenza da sostanze.

In particolare, negli Stati Uniti, il Dottor Roger Ulrich ha portato avanti degli studi su pazienti  sottoposti a colecistectomia, osservando come coloro  che avevano una stanza che si affacciava nel giardino avevano tempi di ripresa più rapidi rispetto a chi non aveva tale panorama davanti gli occhi (la degenza  durava in media un giorno e mezzo in meno).

Fu proprio lui a teorizzare che il giardino, purché armonico, bello e curato, era in grado di offrire sollievo al dolore, ma anche a dare una spinta in più nel processo di guarigione. Ancora prima, nel 19simo secolo, Benjamin Rush, considerato il padre della psichiatria americana dichiarò che prendersi cura delle piante aveva un effetto curativo sulle persone con problemi mentali.

EFFETTI PSICOFISIOLOGICI

Cosa succede nel nostro corpo e nella nostra mente quando ci prendiamo cura dell’orto?

Il respiro si fa più calmo, il battito del cuore rallenta, il pensiero è concentrato e il tempo cessa di essere un nemico e diventa un alleato, in quanto è scandito dalla crescita delle piante e dei loro frutti.

Fisicamente, il movimento che si effettua con gli strumenti da lavoro quali zappa, rastrello, motofalce, riesce a stimolare la coordinazione occhi-braccia-gambe , nonché migliorare la resistenza.

Psicologicamente sentiamo di essere utili e anche l’autostima ne risente positivamente, in quanto è rafforzata dai successi dati da ogni nuovo fiore e frutto che cresce.

L’ortoterapia aiuta dunque la persona a ritrovare un legame profondo con Madre Natura e con se stessi, in quanto , prendendosi cura delle piante , giorno dopo giorno, ci si prende cura anche di noi stessi e dell’ambiente nel quale viviamo.

http://gaia-racconta.blogspot.it/2013/02/micro-serre-per-bambini-con-materiale.html

Concludendo inoltre possiamo dire che l’ortoterapia è un’attività molto utile da inserire nel programma scolastico, in quanto stimola il corretto sviluppo dei 5 sensi, la capacità organizzativa e di apprendimento del bambino, nonché la capacità di collaborare con i coetanei per cui è auspicabile che si vada sempre più diffondendo nelle scuole materne ed elementari per donare nuova linfa all’educazione delle nuove generazioni.

 

Sitografia: http://www.coltivarefacile.it/001105_ortoterapia-vantaggi-e-benefici.html

 

 

http://magazine.paginemediche.it/it/365/il-punto-di-vista/neurologia/detail_167077_ortoterapia-quando-prendersi-cura-delle-piante-fa-bene-allanima.aspx?c1=63

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *