I BAMBINI E I MASS MEDIA: SPUNTI D’AZIONE E DI RIFLESSIONE

Ognuno di noi ricorda la sua infanzia e quanto fosse difficile “staccarsi” dalla TV il pomeriggio per fare i compiti di scuola. Il rapporto tra bambini e TV è sempre stato un punto nodale dell’educazione genitoriale ed io stessa ricordo quello che facevo per eludere la sorveglianza di mamma e nonna per intervallare 10 minuti di studio a 30 minuti di cartone.  Cosa dire adesso che, oltre alla Tv, c’è anche il Pc con Internet?

Sicuramente le fonti di distrazione si moltiplicano ed il mestiere del genitore si complica  ancora di più. Come fare per imporre delle regole e far sì che Internet non si riveli una trappola anziché una risorsa?

In questo  articolo vedremo, in breve, come fronteggiare una delle emergenze educative dei nostri tempi.

–          Innanzitutto è necessario che vostro figlio non abbia né Tv né Pc fisso nella sua cameretta, quindi la Tv è molto meglio che sia collocata in uno spazio comune a tutta la famiglia (es.: il salone).

–          Associare la visione della Tv a momenti “ricompensa” : (ho fatto i compiti, adesso posso guardare la Tv, ho preso un buon voto , mezz’ora di cartoni in più).

–          Alternare momenti di Tv e PC a giochi da fare insieme (es.: costruire qualcosa, manipolare das, pongo, plastilina…)

–          Per quanto sia complicato, cercate di essere presente quando vostro figlio guarda film alla Tv

–          Mettete sempre il filtro famiglia alla navigazione su Internet, smartphone e tablet  fin dall’acquisto, in modo tale da non far vivere al bambino questo “blocco” come una punizione, ma come qualcosa insita nel dispositivo stesso.

http://www.comunicazionescientifica.eu/bambini-e-tv-troppe-ore-possono-recare-danni-al-cervello-nella-fase-di-sviluppo

È consigliabile inoltre insegnare al bambino ad usare Internet in maniera intelligente, sia per imparare e raccogliere informazioni utili a fare i compiti, che per divertirsi con i giochi adatti alla sua età. Quando, soprattutto davanti alla visione di un film,  vi trovate a guardare  un contenuto sessuale o molto intimo,  è sempre meglio affrontare l’argomento, usando termini appropriati alla sua età, piuttosto che cambiare all’improvviso canale o innervosirvi: questo potrebbe dare al bambino l’impressione che abbiate qualcosa da nascondere, portandolo a cercare informazioni altrove, con tutto quello che ne consegue. Ricordate sempre che siete voi il punto di riferimento dei vostri figli.

Per ciò che concerne i contenuti violenti, spiegate sempre che la violenza è qualcosa da evitare, che non fa bene a se stessi e al prossimo e che si devono cercare sempre vie alternative.

Ultimamente molti artisti  pongono attenzione nei loro spettacoli soprattutto verso i giovanissimi ed esortano, seppure in chiave ironica, genitori e figli, ad usare con prudenza Internet.

A tal proposito abbiamo posto 4 domande al comico Angelo Pintus, che dedica ai bambini i  suoi spettacoli e che alla fine delle sue esibizioni esorta sempre i tanti ragazzini e ragazzine  accorsi a vederloa stare sempre in guardia da chi usa i Social Network in maniera dannosa.

1) Tu sei un personaggio dello spettacolo. Com’era il tuo rapporto con la TV quando eri bambino?

Quando ero un bambino vedere la Tv mi divertiva molto..BIM BUM BAM era  il mio programma preferito, insieme a tanti cartoni e telefilm per bambini. Li trovavo anche istruttivi. Dedicavo parecchio tempo alla Tv , ma anche ad altri svaghi come il Flipper e i videogiochi..(avevamo un bar) e naturalmente il pallone e mille altre cose..Spesso  uscivo la mattina e rientravo distrutto con il buio!! sono stato molto fortunato! io ho “giocato”.

2) Nei tuoi spettacoli dal vivo citi spesso i bambini: quanto e come pensi sia cambiato, da quando eri bambino tu, ad oggi, il rapporto che i bambini hanno con i mass media?

– Credo solo che ora con Internet sia tutto un po’ piu’ pericoloso e i genitori dovrebbero essere un poco più presenti. Non sai mai chi ci possa essere dall’altra parte.

3) Raccomandi sempre, soprattutto ai giovanissimi, di stare attenti ai Social Network. Se scoprissi tuo figlio davanti ad un sito “per soli adulti” cosa gli diresti?

– Cosa gli direi?? gli direi ” ti giuro quello non sono io” (per ridere chiaramente) poi, credo che  affronterei direttamente  la situazione.

4) Descrivi in breve un mondo a misura di bambino…mass media compresi.

Il Mondo a misura di bambino e’ quello in cui viviamo…ma senza gli adulti!

 

2 commenti

  1. My brother recommended I might like this web site. He was entirely right.
    This post truly made my day. Youu can not imagine simply hoow much time I had spent for this info!
    Thanks!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.