I predittori della scrittura: lo scarabocchio e il disegno infantile

La scrittura è una complessa abilità cognitiva che permette la trasformazione in forma grafemica del linguaggio e comprende diversi aspetti e specifiche operazioni, in ognuna delle quali sono coinvolte componenti differenti in relazione alla funzione svolta; dall’analisi della composizione fonetica della parola alla conversione dei fonemi nelle forme grafiche corrispondenti (grafemi).
Già intorno ai 20 mesi il bambino è in grado di tracciare le prime figure chiuse grazie all’acquisita capacità di rotazione del polso.

Vediamo ora quali sono i predittori della scrittura:
LO SCARABOCCHIO
Le fasi dello scarabocchio sono state indagate da Kellogg (1955) che ha descritto l’evoluzione dello scarabocchio in base all’età del bambino:
• 2 anni: compaiono i segni circolari e ad angolo, il bambino supera ancora i margini del foglio;
• 2,5 anni: il bambino non supera più i margini, aumenta il contatto e il controllo visivo;
• 3 anni: il bambino scarabocchia per esprimere i propri stati interni;
• 4 anni: gli scarabocchi diventano comprensibili anche agli adulti, compaiono le prime figure umane
Inizialmente sono presenti dei segni sulle superfici che non hanno nessun significato particolare e che sono eseguiti senza un controllo motorio e visivo, si passa poi ad un controllo sempre più stabile che porta alla produzione di segni eseguiti con maggior ordine e precisione.

http://umbriaformummy.com/2014/10/07/i-disegni-dei-bambini-non-chiamatemi-scarabocchio/

http://umbriaformummy.com/2014/10/07/i-disegni-dei-bambini-non-chiamatemi-scarabocchio/

Gli scarabocchi sono molto importanti perché con essi il bambino esercita numerose funzioni visuo-motorie e visuo-spaziali come il controllo della forza, la velocità e la pianificazione del movimento.
Da studi recenti è emerso che lo scarabocchio è importante anche in età più avanzata: è un buon metodo per rilassarsi. Ci sono almeno 5 ottimi benefici dello scarabocchio:
1. Lo scarabocchio aiuta la concentrazione: chi scarabocchia durante una conversazione, ricorda più informazioni;
2. Lo scarabocchio migliora la tua produttività al lavoro: scarabocchiare aiuta a memorizzare il contenuto degli incontri di lavoro;
3. Lo scarabocchio ti mantiene in ascolto: lo scarabocchio e l’ascolto si combinano in modo perfetto;
4. Lo scarabocchio è uno stimolo per la tua creatività quotidiana: questi disegnini sono un’espressione di creatività e che hanno un valore in sé;
5. Lo scarabocchio ti aiuta a creare nuove idee: è un’attività divertente che rende più creativi perché apre la mente; risolvere un problema e avere idee nuove è più semplice dopo che ci si è impegnati in questa attività.
IL DISEGNO INFANTILE
Il disegno è un’attività che trae origine dai bisogni espressivi del bambino (Stern e Luquet, 1966). Per i bambini prescolari il disegno è un mezzo per comunicare i propri pensieri ed è importantissimo perché in questa fase non sono ancora presenti né il linguaggio orale né quello scritto.
18-20 mesi: sono presenti essenzialmente gli scarabocchi, il bambino muove le braccia con movimenti ritmici e regolari, senza l’intenzione di riprodurre qualcosa;
2-5 anni: i bambini considerano i disegni come rappresentazione di qualcosa, disegna in maniera sempre più intenzionale.
Non esiste una teoria specifica riguardo la motivazione del bambino a disegnare, Piaget considera il disegno come un stadio intermedio tra il gioco simbolico e le immagini mentali; per Freud invece il disegno può diventare un mezzo terapeutico per conoscere il bambino: nel disegno è proiettata la sua vita.
Concludendo: lo scarabocchio e il disegno sono attività importantissime per l’avvio alla scrittura in una fase prescolare ma sono importanti anche nella fase più adulta, in quanto aiutano la nostra
concentrazione e creatività, quindi non esitiamo a scarabocchiare quando siamo ad un seminario/convegno e non riusciamo a concentrarci!

(Leggi anche L’importanza del disegno infantile e la sua interpretazione)
Autrice: Valeria Perruso, Psicologa dello Sviluppo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *